FEDEGARI @ 59° SIMPOSIO AFI
8 Maggio 2019

HOME  NEWS

UN’AUTOCLAVE IN MEMORIA DI FORTUNATO FEDEGARI

Fare sistema tra settore industriale e sociale può generare solo conseguenze positive, e noi cerchiamo di fare impresa con e per i nostri ragazzi.

Privato e No Profit sono, spesso, mondi lontani che corrono parallelamente senza mai incontrarsi. A Pavia, invece, accade qualcosa di virtuoso grazie alla sensibilità di protagonisti del mondo produttivo e di instancabili operatori del no profit.

La Fondazione G. Costantino è una realtà cittadina riconosciuta: al suo interno operano il Centro Diurno Sanitario Psichiatrico “Le Ninfee”, la Residenza Sanitaria per Disabili “L’Airone”, la Residenzialità Leggera (RL) “Hic et Nunc” e il servizio di Assistenza Domiciliare. L’istrionico presidente Francesco Costantino è sempre alla ricerca di sfide e di progetti interessanti per sviluppare le risorse e le potenzialità dei soggetti diversamente abili in relazione e nel pieno rispetto dei loro bisogni, desideri e stili di vita.

Il più recente successo in questo campo si è manifestato venerdì 10 maggio quando al Social Bistrot di viale Sardegna 64 a Pavia si è tenuta la cerimonia di consegna di un’autoclave per la sterilizzazione regalata da Fedegari Autoclavi SpA di Albuzzano. Nel Bistrot, infatti, ha sede un laboratorio che impiega i ragazzi della Fondazione nella tostatura del caffè, nella realizzazione delle patatine Patacrock e nella produzione di un eccezionale succo di mela. Il gruppo Fedegari ha contribuito con la donazione di un’autoclave FVA per la sterilizzazione dei contenitori del succo di mela. Si tratta di un macchinario che Fedegari produce da anni e commercializza in tutto il mondo in aziende alimentari, farmaceutiche e cosmetiche.

Premiazione_camera_commercio

                      Gallery

Alla cerimonia hanno partecipato Giuseppe Fedegari, titolare dell’impresa, di Maria Luisa Bernuzzi (Responsabile ricerca e sviluppo) e Silvano Liberali storico capofficina. A fare da trait d’union tra l’azienda e la Fondazione il dott. Giuseppe Colli. A Giuseppe Fedegari è stata donata, da Francesco Costantino, una targa a memoria e come ringraziamento per il gesto d’altruismo e solidarietà. “E’ un gesto concreto di aiuto a una bella realtà”, ha affermato Fedegari, “in un’epoca in cui dalla politica arrivano messaggi negativi tante parole e pochi fatti, noi per favorire il terzo settore e promuovere il lavoro e l’apprendimento siamo vicini a realtà come la Fondazione Costantino. Ci siamo resi disponibili anche per insegnare i processi di sterilizzazione ai ragazzi, il macchinario non è solo un pulsante o un oggetto ma va compreso e utilizzato al meglio. Nel ricordo di papà Fortunato che ci ha trasmesso i valori del lavoro, del sacrificio, dell’attenzione per i soggetti fragili abbiamo deciso di attuare questa donazione”.

Francesco Costantino ha ricordato la figura di Fortunato Fedegari e rimarcato come “solo un lavoro di squadra tra artigiani, industrie, no profit e comuni assolve al compito di sostenere il sociale, i soggetti fragili e i giovani in difficoltà”.

Il succo di mela prodotto dalla Fondazione Costantino viene venduto nel Bistrot ma anche consegnato al reparto di Pediatria del Policlinico San Matteo; la qualità del prodotto è certificata, dalla zona di raccolta (Varzi) fino a tutto il processo produttivo che oggi viene impreziosito dalla nuova autoclave sterilizzatrice che permetterà di avere contenitori sterilizzati ma allo stesso tempo manterrà le proprietà del prodotto.

I ragazzi della Fondazione Costantino sono stati ospitati dalla Fedegari per un percorso di training, hanno imparato l’utilizzo del macchinario incamerando così importanti nozioni tecniche che saranno loro utili anche nel percorso di autonomia e crescita lavorativa. “La Fondazione”, ha concluso Francesco Costantino, “ha da tempo l’intento di avvicinare il mondo profit alle realtà imprenditoriali. Realizzare un ponte tra questi mondi diversi non è semplice, fondamentale è stata la volontà di alcune importanti industrie del panorama pavese e non solo, quali Fedegari Group, Goglio, Technomax Due, che hanno deciso di offrirci un aiuto disinteressato donando macchinari volti al miglioramento delle linee produttive realizzate nei laboratori ergoterapici svolti all’interno delle strutture della Fondazione.

L’autoclave donata da Fedegari migliorerà il processo di produzione del succo di mela, la cui materia prima ci arriva dalla sinergia coi giovani produttori locali dell’Oltrepò”.

 

Estratto da: Il Ticino, 17.05.19 di Matteo Ranzini

Costantino Fedegari
Costantino Fedegari
Costantino Fedegari
Costantino Fedegari
Costantino Fedegari
Costantino Fedegari